Nuovi incentivi auto 2022

Firmato dal Governo il nuovo decreto per il via agli incentivi all'acquisto di auto. Il nuovo bonus prevede una divisione in tre fasce differenti a seconda delle emmissioni di CO2 prodotte dai veicoli.
Le auto nuove con emissioni comprese tra 0 e 20 grammi di CO2 per chilometro (auto elettriche) potranno accedere a un contributo di 5 mila euro rottamando un veicolo omologato in una classe inferiore all’Euro 5. In assenza di rottamazione il bonus scenderà a 3 mila euro, con un tetto massimo di prezzo previsto per l’acquisto dell’auto  di 35 mila euro (Iva esclusa). Le risorse stanziate per questa divisione sono pari a 225 milioni di euro per l’anno 2022.
Altro discorso per le vetture ibride plug-in, appartenenti al segmento emissivo 21-60 grammi di CO2 per chilometro. Il bonus previsto in questo segmento è di 4 mila euro con rottamazione di un veicolo inferiore ad Euro 5, oppure 2 mila euro senza rottamazione. Il limite prezzi è di 45 mila euro (Iva esclusa) con un tetto di risorse stanziate per questa seconda divisione di 225 milioni di euro.
Per quanto riguarda invece la la terza fascia qui rientrano un ampia gamma di modelli,  con motorizzazioni sia a benzina che diesel tradizionali purché con emissioni contenute tra 61 e 135 grammi di CO2 per chilometro.Si può beneficiare del contributo di 2 mila euro sul prezzo d’acquisto con un tetto massimo di prezzo che è fissato a 35 mila euro (Iva escusa). Qui è obbligatoria la rottamazione di un veicolo di classe inferiore ad Euro 5. Per questa categoria le risorse stanziate dal governo sono pari  a 170 milioni di euro.
Per moto, motorini e quadricicli elettrici è riconosciuto un con contributo pari al 30% del prezzo d’acquisto fino a un massimo di 3.000 euro. In caso di rottamazione di un veicolo di categoria Euro 0, 1, 2 o 3, il bonus sale al 40% del prezzo d’acquisto fino a un massimo di 4.000 euro.